Cassatella di Agira De.Co.

Carrello




Il carrello è vuoto.

   

You are here: Home Notizie Agira Politica
Decrease font size  Default font size  Increase font size 
Politica
Sicilia Fashion Village, l'Arch. Sanfilippo fu uno dei maggiori artefici Stampa E-mail
Martedì 07 Dicembre 2010 00:28

Riportiamo integralmente la lettera aperta che l'Arch. Rosario Sanfilippo, ex sindaco di Agira, ha rivolto ai cittadini volendo sottolineare che tra i frutti del suo lavoro rientra anche la realizzazione del nuovo Sicilia Fashion Village.

LETTERA APERTA AI CITTADINI

Il 25 novembre scorso ho partecipato all’inaugurazione del “Sicilia Fashion Village”  e non ho potuto fare a meno di ripensare alle tappe  fondamentali che hanno portato a questo importante risultato.

Tutto è iniziato nel 2007, con l’incontro con l’avv. Viola che in rappresentanza di un gruppo di imprenditori, manifestò interesse all’insediamento, data la centralità territoriale del nostro comune e le azioni fatte per pubblicizzarne la caratteristica.

In quella occasione l’Amministrazione, da me presieduta e il gruppo politico che mi sosteneva (Pd),  intuì l’enorme importanza che poteva avere l’iniziativa è avviò in tempi brevissimi, con la collaborazione del Dirigente dell’UTC,tutte le procedure che portarono alla conferenza dei servizi  del 22 febbraio 2008, e all’approvazione  delle autorizzazioni commerciali per la società allora denominata Dittaino Devlopment s.r.l. Il Consiglio approvò all’unanimità  la variazione urbanistica, da me richiesta.

L’avvenimento ebbe grande rilevanza sulla stampa, locale, regionale e nazionale, allora nell’esprimere tutta la mia più grande soddisfazione dichiarai “ adesso le autorizzazioni ci sono tutte, ….questo giorno segna la storia del nostro comune, da ora possiamo già sperare in un positivo cambiamento della nostra economia  gli effetti saranno tangibili non appena inizieranno i lavori e saranno ancora più visibili con l’avvio della struttura.  In merito all’aspetto occupazionale, abbiamo già firmato , con la ditta, un accordo di programma che prevede la formazione del personale e il collocamento dei nostri giovani all’interno del nuovo centro commerciale” ( la Sicilia 23/2/2008 pag. 43) .

Tutto questo oggi è realtà, avevo ragione di insistere,

anzi avevamo  ragione di andare avanti,  con quelle forze politiche che avevano abbandonato ogni sterile pregiudizio, per dare al nostro paese la prima vera occasione di sviluppo,  mai avuta nella storia degli ultimi 40 anni.

Molti credevano che l’iniziativa era una “trovata elettorale”, “una bufala”,  qualcuno ipotizzava conclusioni simili al parco tematico di Regalbuto,  altri deridevano e operavano per mettere ostacoli, oggi, queste stesse persone ne  hanno raccolti i frutti.

Il progetto non è ancora completo, quando si realizzeranno l’albergo e l’ipermercato allora l’economia agirina avrà un’altra grande possibilità di affermazione.

Altre iniziative erano state intraviste: iniziai la procedura per destinare tutta la fascia del nostro territorio adiacente l’autostrada A19,  ad insediamenti di tipo commerciale, produttivo e logistico,  gli atti inviati al  Consiglio comunale per ben due volte,  mi furono restituiti senza essere stati esaminati.

Nella primavera del 2008, la parola Agira, per effetto di questa iniziativa era su tutti i giornali e si sentiva nei notiziari radiotelevisivi, oggi è assente, occorre fare al più presto degli spot televisivi insieme ai gestori dell’Outlet per promuovere il nostro territorio con tutto ciò che può esprimere, è necessario e urgente collocare una adeguata cartellonistica nei pressi del centro commerciale per promuovere l’immagine del nostro comune e le iniziative tradizionali in calendario.

Si deve sfruttare nel migliore dei modi lo spazio espositivo, concesso a seguito del richiamato accordo di programma, per promuovere  i nostri prodotti e le nostre potenzialità turistiche. Bisogna organizzare i giovani per sfruttare le opportunità offerte dalla presenza dei numerosi visitatori del centro commerciale.

Con l’auspicio che tutto questo possa essere realizzato e con la soddisfazione di avere fatto un buon lavoro,  colgo l’occasione per porgere un saluto a tutta la cittadinanza e Auguri di Buone Feste Natalizie.

Agira 6/12/2010                                                 Arch. Rosario Sanfilippo

 
Agira, strada pendente, è da rifare Stampa E-mail
Sabato 12 Dicembre 2009 00:07

AGIRA. La strada difforme dal progetto originario, perché realizzata con una eccessiva pendenza, deve essere rifatta secondo il progetto a suo tempo approvato.
È la decisione del Tar di Catania che ha dato ragione all’Ufficio tecnico comunale di Agira ed all’architetto Gandolfo Federico. È lo strascico dinanzi alla Giustizia amministrativa di una  complessa vicenda relativa ad un piano di lottizzazione per il quale l’ex sindaco Gaetano Giunta è stato processato e assolto con formula piena dal tribunale di Nicosia. una vicenda che tra l’altro aveva dato il via ai ricorsi elettorali su una presunta incompatibilità di Giunta a rivestire la carica di primo cittadino.
L’ex sindaco Giunta era poi stato dichiarato decaduto per una irregolarità nelle liste che aveva determinato l’annullamento delle elezioni. Tutto era scaturito da una strada sita tra la via Vittorio Emanuele e la via Frontè, realizzata nell’ambito della "Lottizzazione Calabrese".
Il progetto approvato dal Comune prevedeva che questa avesse una pendenza del 12% secondo le prescrizioni del Genio civile di Enna. Ultimati i lavori era però emerso che la strada aveva una pendenza maggiore. L’Utc aveva diffidato la proprietà a riportare la strada alla pendenza prevista dal progetto, ma nella vicenda erano anche scattati gli accertamenti su ipotesi penali di falso che avevano coinvolto l’ingegnere Giunta all’epoca ancora non eletto sindaco, nella sua qualità di direttore dei lavori.
Secondo le accuse nel certificato finale avrebbe falsamente dichiarato che vi erano "lievi modifiche rientranti nelle competenze del direttore dei lavori". Per la procura di Nicosia che chiese e ottenne il rinvio a giudizio le "lievi modifiche" riguardanti la pendenza della strada d’accesso ai lotti, era quasi il doppio di quella prevista. L’ingegner Giunta era stato assolto dall’accusa di falso e i proprietari della strada avevano impugnato al Tar la diffida dell’Utc che intimava il rifacimento secondo il progetto che a suo tempo aveva ottenuto i visti.
Adesso la Sezione Prima del Tar, presidente Vincenzo Zingales, ha rigettato il ricorso dando ragione al Comune di Agira difeso dall’avvocato Enrico Pistone, e all’architetto Federico, difeso dall’avvocato Salvatore Timpanaro. Per il Tar la strada è difforme dal progetto approvato e quindi come richiesto dal Comune e dal professionista deve essere modificata «ponendo in essere - si legge nelle motivazioni dal Tar - immediati accorgimenti volti ad evitare che la maggiore pendenza impressa possa arrecare pericolo alla circolazione pedonale e
veicolare». La pendenza del 21% rende la strada pericolosissima soprattutto nel periodo invernale per la possibile formazione di ghiaccio considerato anche che questa si innesta con la strada provinciale.

GIULIA MARTORANA

 
Agira, depuratore pronto per il collaudo Stampa E-mail
Venerdì 11 Dicembre 2009 23:57

AGIRA. «Entro dicembre faremo il collaudo amministrativo e consegneremo il depuratore ad Acquaenna». Ad affermarlo è il dirigente dell’ufficio tecnico del comune agirino, l’ingegnere Guido Gagliano, che fa intravedere così una conclusione positiva della travagliata vicenda riguardante la struttura attualmente inattiva. La prima vasca venne costruita negli anni 60’ mentre il resto dell’opera venne realizzato tra il 2004 e il 2007 durante l’amministrazione di Rosario Sanfilippo grazie ad un finanziamento regionale di circa un miliardo e 300 milioni delle vecchie lire che era arrivato già nel 1994. «In quel periodo presentai anche un progetto per un uso irriguo delle acque che sarebbero state depurate - afferma l’ex primo cittadino- ma la comunità europea non lo finanziò perché serviva una grossa compartecipazione da parte del comune e noi avevamo pochi fondi». Dopo la fine dei lavori si è provveduto al collaudo statico affidato lo scorso anno ad un professionista di Enna. Manca quindi l’ultimo passaggio. Ma quali difficoltà hanno causato i ritardi nell’attivazione del depuratore? «In primis -continua Gagliano- essendo i macchinari del depuratore posti a due quote diverse abbiamo dovuto acquistare un terreno limitrofo di proprietà privata per collegarli funzionalmente. Un’altra problematica che abbiamo dovuto affrontare è quella della sistemazione della regia trazzera che fa da via d’accesso al depuratore. La strada era infatti completamente impraticabile». Al momento comunque l’acqua non depurata attraversa ugualmente il depuratore a causa della rottura di una paratìa e da lì va in caduta verso l’alveo Ciaramidaro arrivando attraverso un torrente alla diga Sciauana.

Luca Capuano. Articolo pubblicato sul Giornale di Sicilia il 28-11-2009

 
Agira, sindaco Giunta decaduto Stampa E-mail
Giovedì 04 Dicembre 2008 17:25

La Corte di Appello di Caltanissetta ha dichiarato la decadenza del Sindaco Giunta. Il Partito Democratico di Agira esprime viva soddisfazione per l’accoglimento del ricorso proposto dai Consiglieri Antonio Fascetto Sigillo, Francesco Marchese, Mario Giardina, Filippo Venticinque, Filippo Grassia, Attilio Ollà e dall’ex Vice Presidente della Provincia Nicola Gagliardi, contro il Sindaco Gaetano Giunta per incompatibilità per lite pendente con il Comune di Agira, essendosi lo stesso Comune, costituito parte civile nel procedimento penale pendente innanzi al Tribunale di Nicosia per il reato di falso del quale risultava persona offesa. La Corte di Appello di Caltanissetta con sentenza del 03.12.2008 ha accolto il ricorso, riformando la sentenza di 1° grado e rinviando gli atti all’Assessorato Enti Locali per la nomina del Commissario, trattandosi di sentenza esecutiva.
La pronuncia della Corte di Appello di Caltanissetta segue la decisione del TAR di Catania che in data 25.11.2008 aveva sospeso gli effetti della delibera di revoca della costituzione di parte civile adottata dalla Giunta Municipale di Agira per sviamento dell’interesse pubblico che con spregiudicatezza politica e uso personale delle istituzioni aveva deliberato l’illegittima revoca della costituzione di parte civile.

da vivienna.it

 
Agira, dichiarazione Arch. Sanfilippo Stampa E-mail
Lunedì 15 Settembre 2008 19:55

Agira, riportiamo integralmente una dichiarazione recentemente rilasciata su agyrion.wordpress.com dall' Arch. Rosario Sanfilippo, exsindaco di Agira.

"In questi ultimi giorni sono apparsi diversi articoli di stampa riguardanti gli scavi archeologici al castello di Agira, sul giornale “La Sicilia” del 12/09/2008, fra le altre cose il Sindaco ing. Giunta dichiara: “siamo davvero entusiasti di un risultato che premia i nostri sforzi”. Di quali sforzi parla? Ad onor del vero la campagna di scavi è stata avviata con la delibera di G.M. n. 119 del 22/5/2008 dal Sindaco Sanfilippo, quindi nessuno sforzo ha fatto l’attuale Sindaco, tranne quello di raccogliere i risultati del lavoro altrui.

Il 30 agosto, ultimo scorso il Consiglio Comunale ha deliberato l’approvazione del bilancio consuntivo relativo all’esercizio 2007 si riportano alcuni dati importanti che dimostrano che l’Amministrazione uscente ha lasciato più risorse economiche di quelle trovate nel 2003. Dalla relazione dei revisori allegata alla deliberazione consiliare risulta che l’avanzo di amministrazione 2007 è di2.303.689,32 euro , oltre ad altri incassi ancora da effettuare e che è stato rispettato il patto di stabilità voluto dalla legge.

Nel 2003 l’ing. Gaetano Giunta aveva lasciato un avanzo di amministrazione accertato di soli euro1.826.388,99.

Il fondo di cassa alla data del 19/06/2008 risultava essere di 5.883.673,98 euro come documentato nel verbale di passaggio fra le due amministrazioni.

Pertanto risultano infondate le voci, diffuse durante l’estate, che vorrebbero far credere che l’Amministrazione uscente non ha lasciato risorse economiche.

Riteniamo utile precisare che le numerose opere pubbliche realizzate e quelle in corso, sono state eseguite con l’ausilio di risorse regionali che il Sindaco Sanfilippo è riuscito a far arrivare ad Agira."

 


Banner
Cassatelle di Agira, valigetta
Cassatelle di Agira, valigetta
€14,40



Pancetta di Agira
Pancetta di Agira
€13,00



Bassorilievo Persefone e Ade
Bassorilievo Persefone e Ade
€42,00



Capocollo di Agira
Capocollo di Agira
€18,00



Prosciutto crudo di Agira
Prosciutto crudo di Agira
€24,00



Sondaggi

Outlet Factory Village di Agira - Farà da traino per l'economia?
 

Italian (Italy)English (United Kingdom)

Hotel, Alberghi, B&B ad Agira

Facebook Connect Login Box

I'm sorry myApi login is currently not compatible with Internet Explorer. Download Chrome, that's what all the cool kids are using

Connect with facebook

Facebook Connect

Hi , login or create a new account below

Login

Register

If you already have an account with this website login with your existing user name and password to enable Facebook Connect. From now on you'll be able to use our one click login system with your facebook credentials instead of your current user and password

Alternativley to create a new account using details from your Facebook profile enter your desired user name and password below. These are the details you can use to log into this website if you ever decide to delete your facebook account.

Forgot your password? - Forgot your username?

Calendario degli eventi di Agira

<<  Ottobre 2017  >>
 L  M  M  G  V  S  D 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Chi e' online

 94 visitatori online